lunedì 26 giugno 2017

#2 Bookish Fox - #HARRYPOTTER20

C'è un momento nella vita in cui dovresti scrivere una recensione, ma sei una potterhead e hai appena scoperto che oggi è il ventennale della prima pubblicazione di Harry Potter, quindi molli tutti e scrivi un articolo.


Eh sì, avete capito bene!
Vent'anni fa, nel lontano 1997, veniva pubblicato per la prima volta Harry Potter e la Pietra Filosofale. Ovviamente stiamo parlando dell'edizione originale, in Italia sarebbe arrivato solo l'anno dopo, nel 1998.

Ora, conoscete tutti la storia di Harry Potter, vero?
Ragazzino un po' mingherlino, abiti di seconda mano, vive nel sottoscala degli zii, una strana cicatrice a forma di saetta sulla fronte...
Vi dice niente?
Dai, che lo sapete tutti cosa succede dopo, non avete bisogno che ve lo racconti io.

Infatti, non sto scrivendo questo articolo per raccontarvi la storia di Harry Potter, ma bensì per parlarvi di me ed Harry Potter!
Perché la nostra è una storia d'amore lunga una vita, credetemi!

Oh, suvvia, non fate quelle facce...si fa per dire!

Dovete sapere che quando uscì Harry Potter per la prima volta, io avevo 7 anni (ed ora potete farvi voi i conti di quanto sono vecchia).
All'inizio, non era per nulla così famoso come lo è ora, anzi forse non lo conosceva nessuno.
All'uscita in Italia del primo volume, io avevo 8 anni ed ero molto presa dai miei libri de Il club delle Baby-sitter, provate ad immaginare quanto potesse interessarmi Harry Potter.
Il primo libro, infatti, è arrivato a casa Fox grazie a mia mamma che, dopo aver letto la trama, ci ha visto qualcosa di interessante e l'ha comprato più per lei che per me.
Avete letto bene, i libri di Harry Potter, ad essere onesti, sarebbero di mia mamma.
Il fatto che siano nella mia libreria e che io li adori a giorni alterni e me li guardi tutte le sere prima di dormire e che ucciderei chiunque me li rovinasse...beh, sono dettagli trascurabili.

Ma dicevamo...
Mia mamma l'ha letto subito e le è piaciuto molto (vi dico solo che anche i successivi li leggeva prima lei di me), io invece non ho avuto lo stesso feeling immediato.
Incuriosita, all'incirca attorno ai 9 anni, l'ho preso in mano e ho cominciato a sfogliarlo, c'erano anche i disegni e la copertina era bella (dovete sapere che io ho la primissima edizione, quella della foto qui accanto), perciò ho deciso di cominciare a leggerlo!

E voi penserete che mi sia piaciuto da matti...e invece no!
Purtroppo per voi io non rientro nella categoria di gente che:
≪ Io ho letto Harry Potter a 5 anni e mi ha cambiato la vita ≫
Ragazzi, mi dispiace deludervi, ma a 5 anni non avete una vita da cambiare...avete 5 anni!

Ma polemica a parte, quando ho letto Harry Potter per la prima volta, non sono riuscita a superare il terzo capitolo.
Ebbene sì! Lo confesso!
La prima volta che l'ho letto, non mi è piaciuto per niente!
Io credo che sia semplicemente un fattore di età.
A 9 anni già leggevo molto, ma leggevo libri adatti alla mia età e, lasciate che ve lo dica, Harry Potter non era adatto per nulla.

Il mio amore per la saga è nato esattamente tre anni dopo, nel 2001, dopo aver visto il film.
Ricordo di essere rimasta in parte traumatizzata da Voldemort che, nel primo film mette un'ansia che metà basta. E quella cosa che fa con la testa il povero Raptor? A 11 anni c'è da rimanerci svegli la notte, soprattutto se siete facilmente impressionabili come me.
Allo stesso tempo, però, la prima cosa che ho fatto arrivata a casa, è stata prendere il libro e metterlo sul comodino: io dovevo leggerlo!
Dovevo, capite!
In realtà, se non ricordo male, sono riuscita a leggerlo solo nel periodo estivo, perchè volevo essere concentrata. Lo stesso vale per La Camera dei segreti e Il prigioniero di Azkaban, che ho letto subito dopo, uno in fila all'altro.

Da quel momento ho cominciato ad attendere con ansia l'uscita dei libri successivi, e anche dei film perché avevo una mega cotta per Daniel Radcliffe (e questo forse era meglio se non ve lo dicevo).
Ne parlavo in classe con i compagni, perchè ognuno di noi aveva la sua idea su come si sarebbe sviluppata la vicenda, facevamo la raccolta delle figurine e riempivamo il diario con i ritagli e le camere con i poster.
Secondo me la "mania" è partita proprio in quegli anni: quando si sono resi conto che Harry Potter poteva essere un successo di massa non da poco.

E avevo 13 o 14 anni, non vi dico ora che ne ho 27 in che situazione critica sto.

Insomma, tutto questo bla bla bla, per dirvi che, Harry Potter non avrà cambiato la mia vita di essere umano, ma di certo ha cambiato quella di lettrice.
Devo ad Harry Potter la mia passione per i fantasy, in particolare quelli che parlano di magia, e per le saghe (che, ormai lo sapete, attiro come una calamita).
Devo ad Harry Potter, anche se non totalmente, la mia passione per le fanfiction che, se scritte bene, sono dei veri e propri capolavori.
E, per finire, devo ad Harry Potter una buona fetta della mia passione per la scrittura, perché la mia prima fanfiction conclusa è su Harry Potter e lo è pure quella che sto scrivendo ora.
E se, un giorno, riuscissi a scrivere bene anche un decimo di quanto scrive bene la zia Row... beh, sarei la pseudo scrittrice più felice di questo mondo.

La saga di Harry Potter è piena di messaggi importanti, perché si parla di amicizia, di famiglia, di vittoria del bene sul male, di legami profondi e tanto altro, ma alla fine ognuno ha il diritto di trarne il suo personale insegnamento.
A me, ad esempio, ha insegnato che essere secchioni è un bene e ti para il fondo-schiena in più di una situazione ( a te e agli altri), guardate Hermione!
Ma mi ha fatto capire anche molto altro che no sto qui a dirvi...

Il mio messaggio finale è questo: leggete i libri, guardate i film, fate quello che vi pare ma, se non vi piace, non mi rompete troppo le scatole che io non le rompo a voi. Vivi e lascia vivere!

Ed ora, torniamo a festeggiare!



E voi?
Quale è stata la vostra esperienza con Harry Potter?
Cosa vi ha insegnato?
Vi è piaciuto subito o c'è voluto del tempo?

Alla prossima!


Silvia.



1 commento:

  1. Io ho iniziato a leggere Harry Potter intorno ai dieci anni, e mi è piaciuto da subito, anche se all'epoca non sapevo distinguere bene cosa mi piacesse effettivamente da ciò in cui ero condizionata e da quello che semplicemente facevo per passare il tempo. I primi quattro libri erano di mio fratello e io glieli chiedevo in prestito, ma per fortuna nel giro di qualche anno sono diventati di mia proprietà perché a lui non facevano impazzire... Poi mio padre mi ha regalato il quinto e l'ho letto tantissime volte, perché era mio e perché volevo battere i record di lettura e perché, ovviamente, mi piaceva molto! Invece ho odiato il film (mentre gli altri erano neutri, nel mio cervello). Mi ha sconcertato sapere che alcuni avevano solo visto i film senza mai leggerli: io ero una lettrice pura, e non accumulavo neanche gadget di nessun genere (ancora oggi ne avrò cinque o sei). A scuola ne parlavamo molto poco, e io rimasi in sospeso per anni per finire la benedetta saga, finché un'amica non mi ha prestato sesto e settimo. Soltanto negli ultimi anni ne sono entrata in possesso, riuscendo a collezionare tutta l'edizione originale, leggendola febbricitante una decina di volte. Non ho ancora incontrato qualcuno che sappia ribattere a quanto io dico di Harry Potter!!

    RispondiElimina